SUPERMERCATO COOP IL NETO!!!

ABBANDONARE LA BARCA....SI SALVI CHI PUO'!!!

Firenze -

Questo Ŕ il messaggio che Unicoop Firenze ha mandato in questi ultimi anni a dipendenti e soci consumatori sul futuro del supermercato storico del Neto quartiere di Sesto Fiorentino.

Dopo numerosi comunicati ai soci di ristrutturazioni annunciate negli anni passati e mai realizzate e che probabilmente celano per Unicoop altri progetti nella piana di Sesto, il sindacato di Base Usb scrive l'ennesima lettera alla Direzione del Punto Vendita denunciando ci˛ che Ŕ accaduto nelle ultime settimane all'interno del Supermercato.

Abbiamo assistito ad un po' di tutto, scrive il delegato Rsu della Usb, a mansioni di sostituzione per carenza di organico che hanno visto talvolta il Capo Reparto Macelleria alla cassa salvatempo con la divisa da macellaio, con evidenti problemi di immagine e igienico/sanitarie, a lavoratori andati in pensione o in congedo e mai sostituiti con evidenti ripercussioni sui carichi di lavoro sul personale residuo e cattivo servizio alla clientela con lunghe code alla barriera casse o intasamenti al salvatempo, che hanno portato addirittura ad un'aggressione verbale da parte di un cliente esausto nei confronti di un dipendente del Box Informazioni, tanto da indurre il delegato a chiamare le Forze dell'Ordine, per tutelare il collega di lavoro, il quale ha dovuto ricorrere alle cure mediche a causa di un evidente stress subito.

 

Nella missiva il delegato Usb chiede che l'azienda adotti misure necessarie per ovviare ai problemi organizzativi, evitando di addossare colpe inesistenti ai dipendenti per scarsa negligenza, quando in realtÓ questi non hanno alcuna responsabilitÓ, stante l'eccessivo carico di lavoro e la disorganizzazione nella quale loro malgrado sono costretti ad operare.

 

Firenze 9/07/2018

 

Coordinamento Usb Unicoop Firenze