Ciao Marcella

Marcella al presidio dei disoccupati livornesi

Firenze -

Stamattina ci siamo svegliati con la terribile notizia che Marcella ci ha lasciato: dopo giorni di lotta tenace contro le ustioni, provocate dall’incendio avvenuto diverse settimane fa all’occupazione della torre Cigna di Livorno, la compagna Marcella Ribechini, attivista di ASIA, non ce l’ha fatta: anche una combattente come lei ha dovuto staccare la spina.

 

Marcella – e non è retorica per noi che l’abbiamo conosciuta – è stata una compagna esemplare, un’occupante che è diventata militante e attivista: chi milita ogni giorno sa quanto sia merce rara e preziosa.

 

Noi la vogliamo ricordare al nostro fianco all’ultimo presidio fatto insieme, quello dei disoccupati livornesi sotto il Palazzo della Regione Toscana. Una delle tante occasioni in cui la Federazione di Livorno e quella di Firenze si sono unite e sostenute, una delle tante occasioni in cui Marcella ha dimostrato tutta la sua grinta e tenacia.

 

Ci stringiamo alla famiglia e a tutti compagni di Livorno, li sosteniamo in questa grave perdita, terribile per tutti, ma soprattutto per chi ha avuto al proprio fianco Marcella nei difficili anni di lotta contro le ingiustizie di questa società, che tanto pesano in una realtà come quella livornese.

 

Chi ha compagni non è mai solo, chi ha compagni non muore mai e Marcella continuerà ad essere con noi in ogni presidio, in ogni battaglia per il diritto all’abitare, in ogni nostra rivendicazione per un mondo più giusto.