Comune di Firenze. Contro i tagli di Renzi presidio Lunedi 10 febbraio

Firenze -

I lavoratori del Comune di Firenze, in questi giorni, hanno sperimentato ancora una volta sulla propria pelle e sulle proprie tasche gli effetti del “ Dolce stil novo” praticato dall'amministrazione comunale.

Infatti dalla busta paga di gennaio sono magicamente sparite le indennità di responsabilità previste da un contratto integrativo tuttora vigente e che il Comune non ha disdettato, inoltre al danno si aggiunge la beffa, perché questa decisione unilaterale, non è stata accompagnata non dico da una motivazione ma da uno straccio di comunicazione.

Secondo le “vecchie”, ma tuttora vigenti regole, mentre si discute il nuovo contrat-to aziendale, si continuano ad applicare gli istituti del vecchio e questo era il senso della diffida inviata a dicembre alla delegazione trattante pubblica da parte della RSU.

E' vero nella proposta di contratto decentrato della amministrazione comunale le indennità di responsabilità hanno scadenza di pagamento annuale, questo però non vuol dire che la RSU sia d'accordo  con tale proposta e soprattutto che si smetta di pagare quello che è dovuto.

In questa logica perversa, il prossimo mese toccherà all'indennità di disagio, visto che a gennaio è stata pagata quella riferita al mese di dicembre.

Anche le indennità di turno sono sotto tiro perché alcune direzioni riescono ad applicare in peggio le stesse circolari dell'Aran.

La ragione vera è che il fondo per il contratto integrativo è stato decurtato, e che anche l'anno scorso le indennità di responsabilità sono state pagate per soli sei mesi con il pretesto burlesco, che le responsabilità non erano state attribuite a inizio d'anno, come se i colleghi interessati avessero smesso di coordinare il personale e di seguire i procedimenti attribuiti.

A proposito di panzane ,  viene fatta anche girare ad arte la vulgata che le indennità sono state sospese perché la RSU non sottoscrive gli impieghi delle risorse 2013, la RSU ha sottoscritto e consegnato una presa d'atto che fotografa fedelmente l'uso delle risorse 2013 fatto unilateralmente dall'amministrazione comunale compreso : la riduzione delle risorse, i tagli descritti alle indennità, i progetti speciali.

Questo mese infine sono stati pagati i progetti speciali per l'evento Mondiali di Ciclismo, commettendo anche qui  parecchi  errori materiali e quel che è più grave palesi ingiustizie, un esempio su tutti: quello della direzione istruzione, dove lavoratori appartenenti allo stesso profilo che si sono ugualmente impegnati nel progetto mondiali sono stati inspiegabilmente esclusi dalla remunerazione del progetto.

La RSU è impegnata nel confronto sul contratto integrativo e vuole sottoporre ai lavoratori una ipotesi di nuovo contratto integrativo, nel frattempo non accetta tagli alle retribuzioni, o questo attacco insensato rientra o sarà necessario indire una assemblea generale e chiamare i colleghi a una nuova mobilitazione.

Per dare una prima risposta la RSU promuove:

LUNEDI 10 FEBBRAIO 2014 ALLE ORE 15,00

UN PRESIDIO SOTTO PALAZZO VECCHIO

IN CONCOMITANZA CON IL CONSIGLIO COMUNALE

Facciamoci sentire, partecipiamo numerosi, portando in Piazza la nostra rabbia!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni